Giorgio Orefice

Giorgio Orefice è nato a Siracusa  l’11 novembre 1941. Ha eseguito la prima mostra personale nel 1957. Viaggia spesso in Italia e all’estero per assorbire cultura, immagini, esperienze. frequenta la Scuola di Nudo a Bologna e consegue la maturità artistica a Catanzaro. Partendo da una sperimentazione pittorica e materica improntata al più rigoroso astrattismo, modifica la sua linea di comunicazione visiva sino a percorrere l’iperrealismo e le esperienze di pop-art. Le prime produzioni sono eseguite in polistirolo espanso, lamiera zincata, plastica e oggetti luminosi semoventi (tra i quali un ottimo consenso di critica ebbero i suoi schemi di città elettrica). Parla per primo di riportare l’essere alla natura e si interroga costantemente sul perché dell’ingiustizia nella vita. Nel 1971 a Roma, vive nell’ambiente di Cinecittà, fra registi ed attori: lavora anche con Pasolini e si interessa di scenografia. Negli anni ’80, facendo il punto di tutte le personali esperienze sofferte e vissute, rompe i canoni della sua figurazione e si proietta in una nuova dimensione pittorica. Ha effettuato studi e ricerche sui frattali e la conseguente “frattalizzazione” dell’immagine.

OPERE DI GIORGIO OREFICE SU ADELART.IT: